Mindfulness

Rimanere sereni nei momenti difficili

Prima di tutto mettiamo in chiaro una cosa: su Herbana Studio cerchiamo di affrontare la realtà e di non risolvere tutto con il “pensiero positivo” forzato. A volte la vita ci presenta momenti terribili e tutto sembra diventare nero. Succede, è così, ma penso che sia meglio accettarlo e provare a risollevarsi invece di obbligarsi a far finta di niente.

Solo alcuni esempi di situazioni infelici:

  • Hai perso una persona cara
  • Hai ricevuto una brutta notizia
  • Le tue finanze sono incasinate
  • Stai passando una brutta giornata sul lavoro
  • Hai problemi di coppia che sembrano non trovare soluzione
  • Senti tanta stanchezza o stai combattendo contro una malattia
  • Stai soffrendo per qualsiasi motivo
  • Qualcuno ti ha ferito emotivamente

È normale essere infelici quando accadono cose del genere. Potresti chiederti perché la vita fa così schifo o perché le cose non possono andare meglio.

Spesso le cose sono fuori dal nostro controllo e non sempre riusciamo a risolvere queste situazioni, almeno non facilmente o subito. Ma questo non significa che non si possa trovare un po’ di serenità da qualche parte anche in queste situazioni.

Consenti a te stess* di essere infelice

Quando ci sentiamo male o proviamo dolore, tutto ciò che vogliamo è allontanarci da esso. Ignorandolo, facendo finta di stare bene, proteggendosi con l’aggressività, ricorrendo a droghe o alcolici, distraendosi. Questa è una risposta molto umana, ma allontanarsi dall’infelicità nascondendola come la polvere sotto il tappeto non migliora le cose. Di solito questo atteggiamento in realtà prolunga solo il dolore, peggiora i problemi e li trascina più a lungo. Invece, prova a dirti che va bene sentirsi infelici, che è giusto provare dolore. Fermati e prometti di sentirlo questo dolore, di esplorarlo e di accettarlo. Esploralo, crea initmità con esso. Non sarà piacevole, ma da lì inizierà la guarigione, da lì partirà la tua rinascita. Naturalmente puoi sempre farti accompagnare in questo percorso da un professionista, soprattutto se si tratta di situazioni molto complicate o dolorose.

Vedi il dolore come vitalità

Ora che sei faccia a faccia con il dolore e l’infelicità, ora che lo stai toccando e sei in intimità con esso, vedrai che è comunque una sensazione che fa sentire vivi, nel bene e nel male. La vita non è intorpidimento o evitamento, e non sono può essere solo farfalle e cieli azzurri. Essere vivi significa provare dolore, provare paura, sentirsi disconnessi, a volte. Consentiti di sentirlo e immagina che questo è ciò che si prova a vivere.

È vero, potresti dire “che schifo”, però potresti trasformare queste sensazione e pensare invece “che esperienza interessante, essere vivi”. È come scoprirsi capaci di volare: pieni di paura, shock, eccitazione e alla fine gioia. Un’esperienza incredibile.

Trova la gratitudine da qualche parte

Di cosa si può essere grati in questa esperienza dolorosa? Qui vengono in aiuto le piccole cose, come la vista delle foglie che tremano al vento, un micio che salta su un muretto o qualcuno che ride nelle vicinanze. O cose che diamo per scontate, come la vista e la musica. Le persone che amiamo e stimiamo. Essere in grado di fare tutte le cose che puoi fare. Il sapore di una fragola o l’odore del buon cibo che stai cucinando. Il tuo respiro, che diamo sempre così scontato eppure così prezioso. Puoi trovare gratitudine per ognuna di queste cose, in qualsiasi momento, anche adesso mentre stai leggendo.

Trova gioia nell’essere vivo/a

Anche nei nostri momenti peggiori, possiamo trovare un po’ di gioia in questo fatto non da poco, che siamo vivi! Non è fantastico?

Sì, lo so, è difficile. Non sto dicendo che fare questo renderà magicamente tutto migliore. Ma c’è sempre gioia da trovare in ogni momento, se osiamo guardare…

You Might Also Like...

Nessun commento

    Lascia un commento